food

Il CHIOSCO DELLO ZOO 2


 

Questa è una storia lunga, in continuo cambiamento...

(Su consiglio di Sergio Avaro, ho esplorato questa curiosissima veranda di fronte all'ingresso del vecchio zoo, a fianco del parcheggio...
All'interno del chiosco, il cuoco inquietantemente capelluto si scatena a vista e serve appunto nella veranda un menu di poche portate a volte di tipica ispirazione piemontese, a volte più di cucina meridionale: tutte di dignitosissima qualità e di prezzo assai contenuto. Alla fine i pareri dei commensali non erano tatalmente positivi, ma il mio era orientato verso una tranquilla sufficienza, in particolare dopo il conto...
Poi è un posto buffo...
Chiuso la domenica, Parco Michelotti 11/a - telefono 339 1489404.
Provato ad inizio luglio 2009.
Tornato altre tre/quattro volte nell'anno successivo, ho trovato dei sicuri miglioramenti sia nel servizio, che nella qualità, che nell'originalità delle proposte. Tra l'altro il giovedi ed il venerdi vi è un menu di quasi solo pesce, secondo quello che lo chef trova al mercato. Molto interessante.
Ritornato ancora l'8 ottobre 2010, confermo non solo che non c'è più il cuoco capelluto, ma che il livello è costantemente in crescita...
Davvero un posto carino, alla mano, divertente, ma...
Dal gennaio 2011 mi ha lasciato molto perplesso perchè mancava il cuoco nuovo che aveva spledidamente sostituito il cuoco capelluto!!! Si è sentita la mancanza alla grande. Sperando fosse solo un fatto temporaneo sono ritornato nel giugno 2011 ed ho trovato un'aurea mediocritas, stante la simpatia del proprietario e dei camerieri, molto tatuatamente cordiali.)

Purtroppo il Chiosco dello Zoo è stato chiuso!
Dalle sue ceneri è nato il Chiosco dello Zoo#2 che si trova il via Bava 30/G, sempre a Torino, sempre stesso telefono, chiuso domenica e lunedì.
L'ho sperimentato sabato 14 luglio 2012.
Il posto ha perso il fascino strano e particolare del Chiosco vero, ma è sicuramente più spazioso, con bella cucina a vista ed ottimi e curati bagni.
Romantici e piccolissimi tavoli per due, con menu ormai di solo pesce, ma dove ho trovato almeno un paio di piatti interessanti e ben presentati, buoni vini.
Un'esperienza tutto sommato positiva nella quale prevale la materia prima (il pesce, appunto) alla capacità del cuoco/proprietario che sta imparando con umiltà e creatività il mestiere.
Si può ritornare (un po' caldo d'estate, però), ricordandosi che non accettano carte di credito e bancomat.)

Tornato nel giugno 2015, è cambiata la gestione.
Ora vi è un ragazzo - sicuramente entusiasta e cortese - che propone un menu di pesce a prezzo fisso (peraltro molto contenuto) e una scelta di vini interessanti. La prima impressione è stata sicuramente positiva, da ritornare.